Bolivia, che paese magnifico!

Eccoci di ritorno da un bellissimo giro per la Bolivia andina.

Abbiamo visto paesaggi di una bellezza selvaggia e arida che tolgono il fiato, abbiamo constatato che esiste veramente un mare fatto esclusivamente di sale, abbiamo partecipato a riti religiosi dove il cristianesimo si fonde con il paganesimo in un solo luogo, abbiamo gustato varietà di cibi infiniti, abbiamo vissuto una giornata in miniera, siamo state aiutate con calore nei momenti di difficoltà nonostante fossimo straniere e non ci é mai mancato nulla. Un’esperienza fantastica che non potremo dimenticare!

Tornare tra le mura del Nidito, anche se solamente per pochi giorni, é stato come rientrare in paradiso, un luogo sicuro, tranquillo e accogliente dove nulla ti può succedere. La vita qui é andata avanti come al solito e i bambini hanno partecipato ai festeggiamenti per la festa nazionale dell’indipendenza, il 06.08. Il 12.08 si é svolta la manifestazione per la festa della bandiera e i cittadini di Villa Montes hanno ricevuto una piacevole visita: il presidente Evo Morales in persona! É stata organizzata una grigliata lunga ben 200 metri di sola carne e tutti hanno banchettato in compagnia.

Purtroppo Simona e io ci siamo perse tutto ciò perché eravamo in cammino attraverso le alture boliviane. Il nostro percorso é stato: Villa Montes – Santa Cruz – Sucre – Potosì – Uyuni – Salar de Uyuni – Laguna Colorada – Laguna Verde – frontiera con il Cile – Cochabamba e rientro. In ogni luogo abbiamo vissuto un’avventura e conosciuto amici nuovi, molti di essi campesinos, cioè indigeni. Nonostante quest’ultimi vengano molto discriminati, sono i primi a tenderti la mano quando sei in difficoltà. Abbiamo molto apprezzato il loro aiuto. Per fortuna ora la politica di Evo Morales ha migliorato un po’ le loro condizioni. Fino a poco tempo fa non potevano nemmeno salire sugli autobus proprio per le loro origini.

Domani andiamo a Camiri per festeggiare il compleanno di Suor Graciela, lunedì passeremo l’ultimo giorno al Nidito prima di intraprendere il lungo viaggio di rientro in Svizzera.

A malincuore lasciamo questo posto che ci ha fatto conoscere gli aspetti più crudi ma anche i più dolci dell’esistenza umana. L’assurdo é che, proprio tra la povertà più assoluta, abbiamo incontrato anche il maggior sostegno possibile verso il prossimo e aiuto reciproco ai più bisognosi. I boliviani non ci hanno fatto mancar nulla e la Bolivia é un paese ricco di qualsiasi tipo di risorsa, peccato che ci abbiano pensato altri a sfruttarla molto tempo fa e che ancor oggi fatichino a ridare ai nativi ciò che é da sempre dei nativi.

Grazie Bolivia per le esperienze che ci hai fatto vivere, grazie suore francescane per l’amore incondizionato che ci avete dato, grazie mamitas del Nidito per averci reso utili nel lavoro quotidiano con i piccoli, grazie bimbi del Nidito per averci abbracciate e sorriso sin dal primo incontro. Non potremo mai dimenticare tutto ciò! Per finire un grazie particolare va sicuramente a Memorial Flo, senza di voi mai e poi mai avremmo vissuto tutto ciò e il nostro bagaglio personale di emozioni sarebbe decisamente più scarso. Non potremo mai sdebitarci per l’avventura che ci avete permesso di vivere! Veramente GRAZIE!

 

Federica e Simona

 

Advertisements
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

w

Connecting to %s